Loading...
> visite specialistiche > dermatologia
Loading...

Allergologia

visite specialistiche

La Allergologia è una branca medica che indaga e cura malattie che insorgono con meccanismi allergici e che interessano più organi ed apparati : cute, apparato gastroenterico, respiratorio in particolare.

Si dirimono le cause di congiuntivite, raffreddore (rinite), asma, orticaria-angioedema, dermatite atopica , dermatite allergica da contatto e manifestazioni gastroenteriche associate.

In grado di determinare le malattie allergiche sono più spesso gli allergeni inalatori (pollini, piuttosto che acari o muffe o epiteli animali) e gli alimenti, ma anche il lattice che determina allergie professionali (uso di guanti in varie professioni sanitarie e non) ma anche nella popolazione generale. Particolari quadri clinici possono orientare alla presenza di specifiche allergie professionali.

Di particolare impegno è lo studio dei casi di allergia a farmaci e veleni di imenotteri (ape, vespe, calabrone, bombo) in grado di dare anche gravi reazioni anafilattiche con edema della glottide e shock, e per le quali va applicata una particolare attenzione nella diagnosi, prevenzione e trattamento. Comuni anche le reazioni locali estese a punture di zanzara ed altri insetti .

 

Visita specialistica allergologica

  • Si valutano bambini di almeno 6 anni di età (casi selezionati per la prima infanzia) ed adulti.
  • Consiste nella raccolta della storia clinica dell' utente con valutazione dei sintomi e loro ricorrenza, la risposta a farmaci già somministrati; si indagano la famigliarità per allergie, la esposizione a animali domestici e allergeni professionali, la presenza di altre patologie ed eventuali interventi chirurgici con particolare riferimento alla sfera otorinolaringoiatrica. Si valutano possibili controindicazioni a terapie farmacologiche o vaccinoterapie.

 

Valutazione allergometrica cutanea (vedi approfondimento)

  • Consiste nella esecuzione dei prick test eseguiti con un pannello standard di allergeni eventualmente allargabili in base alle esigenze dell' utente. La indagine non è dolorosa ed ha un rischio minimo equiparabile a quello di un comune prelievo di sangue. È compito dell' allergologo individuare i casi in cui è meglio non praticarla e indirizzare ad altri approfondimenti.
  • Se indicato si proseguono gli accertamenti con richieste di altre consulenze specialistiche
  • In base alla risultanze si assegnano innanzitutto norme preventive per la esposizione agli allergeni poi eventuali terapie farmacologiche a scopo curativo e preventivo

 

Vaccinoterapia iposensibilizzante

  • Secondo le linee guida delle Società Scientifiche Allergologiche è indicabile laddove non si ottenga una soddisfacente attenuazione dei sintomi respiratori con norme di prevenzione e con la terapia farmacologica.
  • Si attua in genere con preparati a somministrazione orale sublinguale, in gocce o compresse, somministrabili a domicilio, ma con controlli periodici in ambulatorio per valutarne la adeguatezza e la efficacia. In alternativa si ricorre a punture, con iniezioni sottocutanee nelle braccia a cadenza settimanale o quindicinale o mensile, tramite preparati che permettono con poche somministrazioni di esaurire annualmente il ciclo di terapia.

 

Prevenzione delle manifestazioni allergiche

Consiste in una variegata serie di accorgimenti e note adattabili al singolo utente. Riguardano:

  • la ingestione di alimenti che inducono pseudo allergie, a contenuto tiraminico, o con eccipienti e conservanti (questi in parte comuni ad alcune formulazioni di farmaci ) ed in particolare i solfiti, od alimenti che che cross reagiscono con allergeni inalatori (come graminacee, alberi, acari, lattice) o contenenti metalli (Nichel) o balsami in grado di indurre anche allergie da contatto. Si valuta anche la intolleranza al lattosio.
  • norme di prevenzione per la esposizione ambientale ad acari, e precauzioni nei confronti della insorgenza di malattie respiratorie (rinite ed asma) di natura professionale; si considera in particolare la esposizione a farina di frumento
  • le procedure da adottare in caso di intolleranza a farmaci antinfiammatori od altri farmaci le reazioni a punture di insetti (zanzara) e le allergie a veleni di imenotteri (ape, vespe, calabrone e bombo)

 

 

Prenota una visita

035 564500o vieni presso i nostri ambulatori:

via Cavagna n.11 24044 Dalmine - BG -

vedi mappa ››